L’effetto che il SUP ha sulle persone è incredibile, come se in quel momento tutte le tensioni svanissero. Si concentrano sul momento, sul gesto e con tutta la natura e l’acqua che li circonda apparentemente non esiste altro al mondo.

Quella sensazione che li prende in quel momento diventa rigenerativa, li fa stare talmente bene che la voglia di condividerla diventa molto forte. La condivisione, che ora va tanto di moda, è quella reale, vera e genuina.

Non si tratta di scattare una foto e fare un post, qui si parla di un’emozione vera. Di condividerla con qualcuno in modo reale. Unico like che puoi ottenere è un sorriso di una persona che ricorderà con te quel momento.
La foto che posto è inequivocabile, un gesto vero e genuino, in un luogo dove ognuno di noi è un microbo di fronte a Madre Natura. Li capisci che stai esistendo, che stai facendo qualcosa per te, che stai provando un’emozione ma soprattutto che quell’emozione la stai condividendo con un’altra persona.

Ti posso garantire che di sport adrenalinici ne faccio diversi, il SUP non lo è (fino a che non ti infili nelle onde…) ma con il SUP non mi interessa ricercare l’adrenalina, mi interessa ricercare uno stato d’animo, un momento dove voglio sentirmi infinitamente piccolo davanti alla natura che mi circonda.

Questo cerco di trasmettere alle persone e quando vedo sui loro visi o nei loro gesti che hanno raggiunto il loro mood sono felice di aver condiviso con loro quest’emozione.

You may also like

Leave a reply