Questo articolo esprime il mio concetto di SUP. Portare a conoscenza le persone di quello che il SUP può offrire, di quanto si possa condividere e di quali benefici a livello fisico e psichico può darti. Questo articolo è stato fatto da Farian, una persona eccezionale che ho conosciuto a Varigotti durante il mio periodo di corsi estivi.

2008 Vedo i primi SUP rigidi

Amo le tavole, tutte e amo il surf. Da quando ho 16 anni che faccio windsurf e ne ho provate di tutte. Quando vidi i sup ero tentato a prendermene uno ma erano rigidi ed ingombranti. Già avevo tanta attrezzatura al seguito, tavole vele, alberi, boma, ci mancava anche un missile da 4 metri. Poi non erano così diffusi da vederli in affitto spesso.

Nel 2008 iniziarono ad arrivare i primi SUP rigidi, mi ricordo che provai un Naish al mare. Mi piaque subito l’idea di un surf grande con la pagaia. Praticamente prendeva diversi aspetti che mi piacciono; pagaiare, il surf, le tavole e quella sensazione di libertà ed esplorazione.
Solo che avevo già molte cose ingombranti da portare sugli spot; due tavole, 4 vele, 2 alberi. Ci mancava anche un tavolone da 4 metri…

2010 Arrivano i SUP gonfiabili

Poi arrivarono quelli gonfiabili e li diventa tutta un’altra storia. Ma non solo…
Nel SUP ci ho visto il mezzo per far avvicinare le persone al surf, un pò come le mtb elettriche, non serve avere fisicità per andare in posti bellissimi.
Così, anche qui per non improvvisarmi, decisi di fare un corso specifico per l’insegnamento del SUP a gruppi di persone.

2017 Corso istruttore ISA

Mi piace essere preciso e non improvvisarmi così scelgo questa associazione, ISA, e faccio il corso che è stato diviso in tre parti: corso iniziale, tirocinio e brevetto di sup rescue di salvataggio. Perchè ti dico questo? Perchè il sia il corso di iniziale che quello di rescue è stato fatto a Forte dei Marmi con la mareggiata! Ora, io non sono esperto di onde, ma il mare era veramente incazzato ed il rescue è stato tosto, me lo ricordo ancora..

Ho conosciuto ragazzi appassionatissimi di surf e con alcuni siamo rimasti in contatto come Franco di Bluedreaming, persona eccezionale.

Tutta la parte teorica di rianimazione e problematiche fisiche e la parte pratica è stata fatta da un surfista australiano, Jamo. Ci ha raccontato tanti aneddoti e molte dritte da chi vive il surf a 360 gradi.

Scopri perchè fare un corso SUP

Le onde mi piacciono molto

Ricordo che in Salento, una sera, vennero due persone chiedendo di fare il corso SUP con me. Prenotarono e presero l’appuntamento per il mattino seguente. Quella mattina arrivarono delle belle ondine di scaduta con una brezza tesa da terra. Gli dissi che non era proprio la condizione migliore per iniziare ma insistettero. Uno dei due, si spaventò ed uscì poco dopo. L’altro rimase. Mi concentrai sulla pagaiata in ginocchio e sul timing per prendere l’onda. Mi ricordo ancora la sua faccia quando prese la sua prima ondina. Non voleva più uscire e mi chiese: domani è ancora così?

Pagaiare mi fa impazzire

Entro in un’altra dimensione. Mi allontano dalla costa e inizio a sentire solo il mare ed il mio respiro. Cadenzo i colpi sfruttando tutto il mio peso. Sento il core che lavora, il cuore pompa. Se sono in vena di allenamento alterno pagaiate cadenzate con quelle potenti e ravvicinate. A tempi alterni mi tuffo e nuoto portandomi a traino la tavola con il leash alla caviglia. Quando arrivi a destinazione ti senti stanco ma soddisfatto.

2016 Salento Gallipoli

2016-2017 corsi SUP e WINDSURF sulla spiaggia a Gallipoli e Torre San Giovanni Ugento con Salento Coast Ovest. Ho vissuto con loro e su quelle spiagge momenti indimenticabili…in tutti i sensi…Vuoi sapere perchè? Essendo sulla spiaggia, mattina e sera bisognava montare e smontare le attrezzature e riporle in una zona non molto vicino. Un mazzo tanto, ma ne è valsa la pena per gli amici, i tramonti e le persone che sono state con me.

2019 Conosco JBAY

Un’azienda giovane, con un prodotto veramente qualitativo. Producono tavole SUP gonfiabili con una qualità che mi ha lasciato favorevolmente colpito. Tavole fatte per durare ed essere godute. Un modello in particolare mi è piaciuto da usare per fare i corsi e da consigliare a chi si avvicina per la prima volta al SUP.

E’ il modello Trend T1-T2 caratterizzato da una discreta larghezza, 89cm ma una lunghezza contenuta 290cm con il giusto volume 295lt. Questo mix ne fa una tavola molto stabile ma anche stupendamente maneggevole. E’ la mia scelta quando devo usare un gonfiabile ed è la tavola che uso per i corsi proprio perchè permette di concentrarsi sui gesti corretti.

2020 Varigotti

Al lido 20 Riviera a Varigotti corsi SUP Flat water e prime onde. Esperienza bellissima, posto incantevole e persone splendide. Tavole JBAY e tutta la crew CJ city jungle training.

Corsi sui laghi

Qui nella mia zona ci sono dei bei spot dove poter fare delle escursioni e i corsi. Sono corsi privati su appuntamento e fornisco tutto il necessario. Aiuto chi vuole impadronirsi della corretta pagaiata per poter essere efficiente, fare lunghi tragitti con il giusto sforzo o allenarsi sul SUP. Ci si trova sul posto su appuntamento.

You may also like

Leave a reply

More in Bio